3 Ottobre 2015. “La luce di Trapani”

Scritto da il 03-10-2015    Commenti disabilitati su 3 Ottobre 2015. “La luce di Trapani”

Terrazza d’Autore 2015

Decimo anno consecutivo per la rassegna “Terrazza d’Autore. Voci, racconti, suggestioni al calar del sole” curata da Ornella Fulco e Stefania La Via.

Programma
12 Luglio – Molino Excelsior, Valderice, ore 18.45
“Donne al di là del faro. Due secoli di storia della Sicilia occidentale attraverso dieci figure femminili”, di e con Rossella Floridia.
20 luglio – Museo “Agostino Pepoli”, Trapani, ore 21
“Architetture del silenzio”, con Giovanni Barbera, Ornella Fulco e Stefania La Via. Musiche originali di Enzo Toscano. Regia di Giancarlo Figuccio, coordinamento tecnico di Matteo Gagliano. E con la partecipazione di Simona Guaiana e Natalia Demina. In collaborazione con Museo “A. Pepoli” e Lions Club Trapani.
28 Luglio – Molino Excelsior, Valderice, ore 18.45
“Nascono nuvole dentro agli occhi chiusi”. La parola cinese incontra la parola italiana, con Renzo Cremona.
31 Luglio – Molino Excelsior, Valderice, ore 18.45
Massimo Pastore racconta “Qui è quasi giorno” di Michele Perriera, con Marta Marino.
11 Agosto – Chiostro San Domenico, Trapani, ore 19
“Solo a Parigi e non altrove”. Viaggio letterario nei luoghi della Ville Lumiere con Luigi La Rosa. A cura di Ornella Fulco e Stefania La Via.
In collaborazione con Ente Luglio Musicale Trapanese
(per le proibitive condizioni meteo l’evento è stato spostato alla chiesa degli Artisti [Sant’Alberto] in via Garibaldi)
21 Agosto – Campi tennis, Erice, ore 18.45
Giacomo Di Girolamo racconta “Dormono sulla collina”.
In collaborazione con associazione “Saman”.

Per visualizzare le gallerie di immagini degli appuntamenti cliccare qui

Scritto da il 11-07-2015    Commenti disabilitati su Terrazza d’Autore 2015

3 Luglio 2015. Like Star

like star
Le foto dell’evento:
https://www.facebook.com/sanroccotrapani.it/posts/1682444145312037

Scritto da il 03-07-2015    Commenti disabilitati su 3 Luglio 2015. Like Star

26 Giugno 2015. “La voce dei libri”

la voce dei libri
Stefania La Via e Ornella Fulco in un “abstract” dal recital “La voce dei libri”, proposto al Museo San Rocco ad alcuni dei partecipanti al Convegno dell’Associazione Bibliotecari Ecclesiastici Italiani tenutosi in questi ultimi giorni a Trapani.

Scritto da il 26-06-2015    Commenti disabilitati su 26 Giugno 2015. “La voce dei libri”

5 luglio 2014. Ornella Fulco racconta “Ascoltavo le maree” di Guido Mattioni

Definito come una favola adulta che commuove e fa sorridere, “Ascoltavo le maree” di Guido Mattioni, ambientato a Savannah, storica e bellissima cittadina costiera della Georgia, è un romanzo che affronta il tema del lutto e della possibile rinascita. Nel vecchio Sud degli States il protagonista fa ritorno dopo la perdita della moglie per cercare di ritrovare se stesso in un luogo che i due avevano amato profondamente. Un romanzo intimamente femminile, in cui si scopre un’America lontana e vicina ma, soprattutto, diversa, “altra” che sa offrire risposte a domande nate in un altrove da cui non si può fuggire.

Guido Mattioni ha lavorato al Giornale, chiamatovi, dal natio Friuli, dal direttore Indro Montanelli, ad Epoca, Espansione e Gente Money ricoprendo quasi tutti i ruoli professionali: da cronista a caporedattore, da vicedirettore a inviato speciale. Grande conoscitore in particolar modo dell’America, che ha girato quasi per intero, è stato autore di reportage, inchieste e interviste a grandi personaggi in Italia e in tutto il mondo. Nato a Udine nel 1952, Mattioni vive a Milano dal 1978 e dal 1998 è cittadino onorario di Savannah, in Georgia. Il suo secondo libro, uscito nel 2014, ambientato anch’esso negli USA, si intitola “Soltanto il cielo non ha confini”.

.

Scritto da il 11-10-2014    Commenti disabilitati su 5 luglio 2014. Ornella Fulco racconta “Ascoltavo le maree” di Guido Mattioni

16 Luglio 2014. Riapertura oratorio “San Rocco”

Alcune immagini della prima messa, celebrata dal vescovo di Trapani, monsignor Pietro Maria Fragnelli, nel restaurato oratorio di Palazzo San Rocco, nel centro storico di Trapani

.

Scritto da il 17-07-2014    Commenti disabilitati su 16 Luglio 2014. Riapertura oratorio “San Rocco”

19 ottobre 2013. Vernissage di “Derive – Difficili approdi”

“Derive – difficili approdi” a cura di Giorgia Romano e Nino Portoghese. In mostra le opere di quattordici artisti provenienti da vari Paesi: Selim Abdullah, Azelio Corni, Carmela Corsitto, Markus Daum, Paolo Fichera, Emily Joe, Matthias Loebermann, Salvatore Lovaglio, Francesco Marelli, Antonio Pecchini, Alfredo Romano, Federico Simonelli, Jano Sicura, Annibale Vanetti.
“La deriva è una cifra della modernità. In questi giorni è sotto gli occhi di tutti come troppo spesso le acque del mediterraneo diventano la tomba delle speranze di tanti uomini e donne e, nella deriva dei loro corpi senza vita, vediamo uno specchio macabro del nostro egoismo”, commenta il direttore del Museo Diart/San Rocco monsignor Liborio Palmeri. “In tale contesto – prosegue – acquistano ancor più valore che in passato gli ideali di pace, amicizia, solidarietà e accoglienza, a cui l’arte ha il compito di dare voce. A meno che anch’essa non cada nella tentazione del facile approdo del denaro, del successo, della visibilità ad ogni costo”.
La mostra, inserita in un più ampio progetto culturale inteso a stimolare la cooperazione e il dialogo interculturale tra i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, ha riscosso notevole successo di critica e di pubblico nell’allestimento realizzato al Monastero del Ritiro di Siracusa dal 15 settembre al 6 ottobre scorso.
Il progetto espositivo itinerante, organizzato dall’Associazione “L’arco e la fonte” di Siracusa con la collaborazione del Museo Di-Art San Rocco di Trapani è promosso dal Rotary Club Siracusa Monti Climiti, con la partecipazione dei Club services di Trapani, Siracusa Ortigia, Augusta, Pozzallo-Ispica ed ha il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, dell’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Siracusa e del Distretto Rotary 2110 Sicilia-Malta. La mostra è visitabile dal martedì alla domenica dalle 18 alle 22, fino al 2 novembre.

Scritto da il 20-10-2013    Commenti disabilitati su 19 ottobre 2013. Vernissage di “Derive – Difficili approdi”

10 agosto 2013. “La vita sognata”, Stefania La Via racconta Antonia Pozzi

Una vita breve ma intensa, quella della poetessa milanese Antonia Pozzi (1912-1938), candidata a diventare una delle maggiori voci femminili della letteratura italiana del Novecento. Una fiaba senza lieto fine, ma che ci ha lasciato versi di straordinaria intensità e modernità.
“Antonia – ha commentato Stefania La Via, curatrice dell’ultimo appuntamento di “Terrazza d’Autore” 2013 – viveva della poesia “come le vene vivono del sangue”, la riteneva un privilegio che si può ripagare solo con l’intera esistenza. Per lei la poesia è stata esperienza totalizzante, assoluta, ha inteso l’essere poeta non come sciocca presunzione di valore ma come lucida assunzione di un destino, da lei percorso fino in fondo”. Una consapevolezza che è tutt’uno con la rara sapienza della parola, in questa autrice che attraversò la vita in punta di piedi, definendo la propria esistenza “un tenue fiato di bianco / in cuore all’azzurro”. 

.


Scritto da il 18-09-2013    Commenti disabilitati su 10 agosto 2013. “La vita sognata”, Stefania La Via racconta Antonia Pozzi

4 agosto 2013. Gianfranco Perriera racconta “Nel paese delle ultime cose”

Romanzo tra i meno conosciuti di Paul Auster, “Nel paese delle ultime cose”, uscito nel 1987, racconta di una città terrificante e apocalittica, devastata da misteriosi avvenimenti e dalla quale sembra impossibile fuggire. L’autore gioca sapientemente con le nostre paure di individui sociali, prefigurando il destino che attenderebbe l’umanità se perdessimo ogni speranza nel futuro e venisse a mancare la nostra “umanescenza”, cioè la capacità continua e inesauribile di essere uomini. Scomparso tutto non resterebbe che aggrapparsi a ciò che rimane, appunto, alle ultime cose.
Regista, saggista e autore, Gianfranco Perriera, è accompagnato, nella narrazione del libro di Auster, dalle letture a cura dell’attrice Elena Pistillo.
Figlio del grande regista e autore palermitano Michele Perriera, ha collaborato con la storica Coop Teatro Teatés, diretta dal padre, sia come attore che come regista. E’ autore di numerosi testi teatrali, di scritti e saggi apparsi su prestigiose riviste e raccolte.

.

Scritto da il 18-09-2013    Commenti disabilitati su 4 agosto 2013. Gianfranco Perriera racconta “Nel paese delle ultime cose”

27 luglio 2013. Ornella Fulco racconta “Il ballo”

E’ stato il romanzo breve “Il ballo”, di Iréne Nèmirovsky, il protagonista del terzo appuntamento di “Terrazza d’Autore” 2013, ancora una volta ospitato alla Pineta comunale di Valderice. A raccontare la storia di un delicato rapporto madre-figlia è stata Ornella Fulco, giornalista e curatrice di eventi culturali, tra cui la stessa “Terrazza d’Autore”.
Un discorso – quello di Nemirovsky – che va oltre gli stereotipi sull’istinto materno, spesso sommerso dal dolore e privo di tutti quei sentimenti che, invece, dovrebbero alimentare questa relazione: amore, comprensione, sostegno, tenerezza. “Il ballo” è, però, anche un romanzo sui pregiudizi, sul perbenismo, sui rapporti umani in una società ipocrita che misura il valore delle persone dallo sfarzo delle loro feste, dai gioielli con i quali si adornano e dalle chiacchiere dei loro servi. Ma è anche un libro che parla di desideri, sogni e speranze, mettendone bene in risalto il prezzo e impreziosendo il finale con un ritorno a una finta umanità che si dimostra, anche in quel caso, figlia di uno spietato opportunismo.
Un racconto fortemente autobiografico, scritto in modo diretto ed essenziale, perfetto per scoprire quest’autrice ucraina – ma francese d’adozione – accusata a suo tempo di essere un’ebrea che odia se stessa. Quest’odio avrebbe dovuto, forse, salvarle la vita, invece l’ha uccisa, perché il mondo, come quello da lei descritto nella sua opera, è costellato dalle ingiustizie e dall’ignoranza.

.

Scritto da il 18-09-2013    Commenti disabilitati su 27 luglio 2013. Ornella Fulco racconta “Il ballo”