4 agosto 2013. Gianfranco Perriera racconta “Nel paese delle ultime cose”

Romanzo tra i meno conosciuti di Paul Auster, “Nel paese delle ultime cose”, uscito nel 1987, racconta di una città terrificante e apocalittica, devastata da misteriosi avvenimenti e dalla quale sembra impossibile fuggire. L’autore gioca sapientemente con le nostre paure di individui sociali, prefigurando il destino che attenderebbe l’umanità se perdessimo ogni speranza nel futuro e venisse a mancare la nostra “umanescenza”, cioè la capacità continua e inesauribile di essere uomini. Scomparso tutto non resterebbe che aggrapparsi a ciò che rimane, appunto, alle ultime cose.
Regista, saggista e autore, Gianfranco Perriera, è accompagnato, nella narrazione del libro di Auster, dalle letture a cura dell’attrice Elena Pistillo.
Figlio del grande regista e autore palermitano Michele Perriera, ha collaborato con la storica Coop Teatro Teatés, diretta dal padre, sia come attore che come regista. E’ autore di numerosi testi teatrali, di scritti e saggi apparsi su prestigiose riviste e raccolte.

.

Tags: , , , , ,

This entry was posted on mercoledì, settembre 18th, 2013 at 16:19 and is filed under LETTERATURA E TEATRO, TERRAZZA D'AUTORE. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.

 

Comments are closed.